Studio commerciale Picinotti e Puzzella - Il tuo Commercialista ad Arezzo

Sollecitato (anche) da un Ufficio del Garante del contribuente, il Ministero dell’Economia e delle finanze ha escluso qualsiasi ipotesi di sperimentazione per il 2018, primo anno di applicazione dei nuovi indici sintetici di affidabilità - ISA. Dalla risposta fornita dal Dipartimento delle Finanze emerge la centralità dello strumento nell’attività di contrasto all’evasione fiscale, in luogo dei predecessori “studi di settore”. Anche il ricorso alle indagini finanziarie sarà decisamente accentuato rispetto al passato. Un matrimonio celebrato e “di interesse”, insomma, quello tra automatismi accertativi e indagini finanziarie: staremo a vedere se funzionerà.

continua a leggere

fonte Ipsoa

In caso di aumento dell’IVA dal 2020, una delle ipotesi allo studio prevede il rimborso (nel 2021) della differenza di aliquota a favore di chi pagherà con mezzi tracciabili. Ma in base a quale presupposto potrà essere disposto il rimborso del tributo per la quota corrispondente all’incremento delle aliquote? La procedura che dovrebbe portare al rimborso non è chiara; quello che si può comunque prevedere fin da ora è un aumento del numero di contribuenti che dovranno apporre il visto di conformità, con un conseguente incremento degli adempimenti in capo agli operatori. Con buona pace della semplificazione.

continua a leggere

fonte Ipsoa

Definiti i piani di rateazione che è possibile adottare per i versamenti entro il 30 settembre per i soggetti ISA e per chi partecipa a soggetti ISA in regime di trasparenza. Sussiste la possibilità di differire il versamento al 30 ottobre con la maggiorazione dello 0,4%, anche a rate. E’ uno dei chiarimenti forniti dall’Agenzia delle entrate con la risoluzione n. 71/E del 1° agosto 2019 nella quale si afferma anche che chi non intende fruire della proroga versa in base agli ordinari piani di rateazione ma senza interessi.

continua a leggere

fonte Ipsoa

Assegnata alla Commissione Lavoro della Camera la proposta di legge che prevede agevolazioni contributive per la sostituzione dei lavoratori in congedo per maternità o paternità nelle piccole imprese e nelle cooperative sociali. Beneficiarie degli sgravi sono le piccole imprese che occupano fino a 5 dipendenti, i professionisti (anche in forma associata) che occupano fino a 3 dipendenti e le cooperative sociali senza limiti in termini di numero di dipendenti o di soci lavoratori.

continua a leggere

fonte Ipsoa

Gli ISA forniscono al contribuente una valutazione complessiva sulla propria affidabilità fiscale, graduata su una scala di valori da 1 a 10, risultato dell’applicazione di singoli indicatori. Più alto è il punteggio ottenuto in termini di affidabilità e maggiori sono i benefici premiali per lavoratori autonomi e imprese. È possibile anche migliorare il punteggio di affidabilità. Si ottiene questo risultato, ad esempio, correggendo eventuali errori commessi in fase di compilazione dei modelli ISA che possono aver condizionato negativamente il punteggio di uno o più indicatori elementari, ovvero indicando in dichiarazione ulteriori componenti positivi che non risultano dalle scritture contabili e che sono rilevanti ai fini delle imposte sui redditi, dell’IRAP e dell’IVA.

continua a leggere

fonte Ipsoa