Studio commerciale Picinotti e Puzzella - Il tuo Commercialista ad Arezzo

Sono tre i servizi che l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione per l’invio telematico dei corrispettivi da parte degli operatori che, nei primi sei mesi dall’introduzione dell’obbligo, non abbiano la disponibilità di un registratore telematico. Con provvedimento del 4 luglio 2019, l’Agenzia ha definito le ulteriori modalità per la trasmissione dei dati, utilizzabili nel periodo transitorio introdotto per effetto del decreto Crescita.

continua a leggere

fonte Ipsoa

Taglio dell'Ires dal 20,5 al 20% dal 2023. Scivolo di cinque anni per andare prima in pensione. Riapertura al 31 luglio del termine per la rottamazione-ter delle cartelle esattoriali. Fondo per le vittime di mancati pagamenti esteso anche ai professionisti. La dichiarazione Imu slitta dal 30 giugno al 31 dicembre mentre dal 2023 sarà deducibile al 100% l'imposta pagata sui capannoni industriali. Anche i piccoli esercizi dovranno trasmettere gli scontrini in via telematica all'Agenzia delle entrate.

continua a leggere

fonte Ipsoa

Contribuenti ai quali si applicano i nuovi ISA rimandati a settembre. Restano invece confermate le scadenze di pagamento delle imposte per i contribuenti fuori dal perimetro dei nuovi ISA per aver conseguito ricavi o compensi superiori a 5.164.569 euro su base annua. Dubbi invece sulla possibilità del differimento al 30 settembre anche per i soggetti che vantano altre cause di esclusione dai nuovi indicatori sintetici fra i quali, in primis, i contribuenti in regime dei minimi o forfetario.

continua a leggere

fonte Italia Oggi

Da settembre al via il monitoraggio sui flussi di contante. Rinviato a settembre il primo invio dei dati relativi alle movimentazioni in contante da parte degli intermediari finanziati, che andranno ad alimentare il nuovo patrimonio informativo che l'Uif potrà utilizzare per arricchire le analisi delle segnalazioni di operazioni sospette e per approfondire i fenomeni a rischio di riciclaggio e finanziamento del terrorismo. 

continua a leggere

fonte Italia Oggi

 

Il CNDCEC accoglie positivamente la proroga al 30 settembre 2019 dei termini per i versamenti per gli ISA, prevista da un emendamento al decreto Crescita approvato dalle Commissioni bilancio e finanze della Camera. Viene così recepita una richiesta più volte avanzata dal Consiglio nazionale dei commercialisti. Lo ha sottolineato il Presidente del CNDCEC, Massimo Miani: l’emendamento concede una boccata d’ossigeno alla categoria ed è “apprezzabile perché, una volta tanto, arriva non all’ultimo minuto ma con congruo anticipo” anche se, “le difficoltà legate agli Indici sintetici di affidabilità restano in campo”.

continua a leggere

fonte Ipsoa